Per migliorare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza i cookies. Proseguendo ne accetti l'utilizzo.

  • Home
  • Blog
  • Le emozioni del Fuorisalone 2016

Le emozioni del Fuorisalone 2016

Countdown iniziato per il Fuorisalone 2016 di Milano. Mancano infatti poche ore all’inizio della kermesse milanese dedicata al design che da anni vede il capoluogo lombardo, in occasione del Salone Internazionale del Mobile che si terrà nei padiglioni della Fiera di Rho-Pero dal 12 al 17 aprile, capitale delle nuove tendenze in tema di arredamento e non solo.

In questi giorni per le vie del centro di Milano e un po’ ovunque si respirava aria di grandi preparativi; gli showroom erano come alveari brulicanti di operai che lavoravano per allestire al meglio gli spazi che avrebbero ospitato le nuove tendenze dell’abitare e tutti coloro, addetti ai lavori e non solo, che li avrebbero visitati.

Dal Brera Design District al Ventura-Lambrate, dai Chiostri dell’Umanitaria alla Statale, da Via Tortona a centinaia di eventi e di occasioni in giro per la città quasi da sfiorare la sindrome di Sthendal per il design. Da anni il Fuorisalone mi affascina perché negozi, piazze, vie… tutto è design, nella bottega o nell’officina si espongono lampade, tavoli, oggetti non solo di grandi firme ma anche e soprattutto di giovani emergenti internazionali.

Tra gli eventi e i luoghi non può mancare l’incontro con i tessuti di Paola Lenti all’interno dei cortili dell’Umanitaria, un dialogo consolidato tra la creatività sempre originale e raffinata di Paola e l’architettura di una tra le mille location più affascinanti che Milano offre.

Per l’architettura di spazi privati e contract, ma anche per il retail, il design di prodotto e l’interior, indoor e outdoor, per bagni e cucine: la Pietra Acrilica HI-MACS®, composta da minerali, resina e pigmenti, può assumere ogni forma e, grazie alle sue caratteristiche, si rivela uno strumento imprescindibile per i progetti più ambiziosi. Perché HI-MACS® non è solo resistente (al fuoco, ai graffi, agli urti, agli agenti atmosferici e agli agenti chimici), ma è anche vellutato al tatto, non poroso (contro batteri e sporco), disponibile in circa 90 finiture, dalle omogenee alle granulate (anche simili al marmo), e ha una spiccata anima green.

I progetti di Alessandro Mendini e Stefano Giovannoni, ma anche di Karim Rashid, Marcel Wanders e Ben van Berkel saranno parte di una mostra interattiva sul mondo del disegno e dei techno materials. Per l’occasione, LG Hausys ricreerà una ‘foresta’ di colonne in HI-MACS®, ognuna delle quali assegnata a uno dei progettisti. Attorno, poi, un’involucro di specchi in grado di riflettere lo spazio all’infinito, annullando completamente qualunque confine tra concreto e astratto, passato e futuro.

In zona Ventura-Lambrate creativi studi di progettazione olandesi si cimentano nell’interpretazione della vasta gamma di prodotti proposti da Baars & Bloemhoff. Ne è nata una mostra con complementi d’arredo “giovani”, colorati e divertenti, dall’imprinting tipico del design dei Paesi Bassi. Uno spazio di forme ora geometriche, ora più inconsuete. Visser & Meijwaard hanno creato per l’occasione “Grey on Gray”, un complemento dall’animo industriale realizzato in HI-MACS® e che si presta ai più svariati utilizzi.

Zen” è un elemento scultoreo realizzato in HI-MACS® nella gamma Lucent, traslucida, e fa parte della sofisticata linea di cappe Novy. Un sistema a LED integrato, con intensità regolabile, trasforma Zen in elemento illuminante dal design elegante e moderno, pensato per stare al centro della cucina. Una straordinaria combinazione tra alta qualità performante e look intramontabile. Allo Studio Ad e Modulnova.

In Via Tortona la nuova creazione di Simone Piva, un reticolato ordinato di geometrie che si integrano nell’architettura della cucina, è stata pensata per conferire allo spazio un’identità contemporanea e pulita, di facile lettura e mai invadente, in grado di lasciare al centro dell’attenzione il ventaglio di colori dei cibi e la figura stessa del cuoco. Una cucina dove gli ingombri, quando non utilizzati, svaniscono sotto lastre di pietra acrilica, spostabili secondo la propria necessità.

Questi solo alcuni delle centinaia se non migliaia di appuntamenti previsti per il Fuorisalone ma questo è solo l’inizio perché durante le mie visite vi terrò aggiornati sugli eventi e i luoghi che visiterò...

Riccardo Stefano Bonetti